Coordinatori di Classe

All’interno di ciascun Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico sceglie un docente a cui affidare il compito di coordinatore, le cui mansioni sono:

  1. preparare le riunioni dei consigli di classe, presiederle su delega del Capo d’Istituto e curare i contatti con i rappresentanti di classe (genitori ed alunni);
  2. coordinare lo svolgimento delle prove d’ingresso in particolare nelle classi prime (e terze), raccogliendone e sistematizzandone i risultati secondo le modalità segnalate dalla Presidenza, al fine di delineare i livelli di partenza degli studenti nelle diverse aree disciplinari e decidere, di concerto con il cdc, tempi, tipologia e modalità delle azioni e degli interventi didattici necessari a favorire il successo scolastico degli studenti A tale scopo sarà Suo compito raccogliere informazioni e dati sul grado di preparazione raggiunto dagli allievi negli anni precedenti [per le prime analizzando le valutazioni in uscita dalla scuola media; per le terze recuperando le competenze disciplinari e di asse certificate al termine dell’obbligo di istruzione; in generale tenendo conto dei risultati dello scrutinio finale dell’anno precedente];
  3. guidare nel primo consiglio di classe i colleghi nella progettazione delle attività annuali, tenendo conto delle decisioni eventualmente assunte in collegio docenti e/o nelle riunioni dipartimentali e coordinando, per i casi di handicap presenti nella classe, i lavori di stesura del Piano Educativo Individualizzato, formalizzato e conservato dai docenti di sostegno;
  4. compilare, con il supporto del cdc, il Contratto Formativo e monitorarne la realizzazione;
  5. coordinare e controllare la regolarità delle operazioni relative all’adozione dei libri di testo della classe per l’anno scolastico successivo;
  6. curare, in occasione dello scrutinio finale, il ritiro ed il deposito in Segreteria di copia del programma effettivamente svolto da parte degli insegnanti del consiglio di classe e supervisionare le lettere da inviare alle famiglie degli studenti in sospensione di giudizio con le indicazioni delle carenze riscontrate e dei lavori da svolgere in vista delle verifiche finali;
  7. tenere sotto controllo assenze e ritardi degli allievi, sia attraverso il registro di classe, sia verificando i loro libretti personali, alla luce in particolare della nuova normativa relativa all’ammissione degli studenti allo scrutinio finale [DPR 122/09, CM 20/11, delibera CD IIS Antonietti 11.05.2011]
  8. invitare i colleghi a segnalarLe i casi di negligenza degli studenti al fine della comunicazione alle famiglie del loro andamento scolastico attraverso il libretto personale o mediante specifici colloqui concordati
  9. raccogliere periodicamente notizie sul profitto e sul comportamento dei singoli allievi in modo da poter fornire al consiglio e, se necessario, alla Presidenza, un quadro aggiornato dell’andamento della classe;
  10. provvedere ad attivare le iniziative necessarie come risposta agli eventuali problemi segnalati dagli allievi nei verbali delle assemblee di classe;
  11. contattare le famiglie, qualora ne ravvisi l’opportunità, informandole tempestivamente, a nome del consiglio di classe, di situazioni di difficoltà dello studente nell’ambito cognitivo e/o comportamentale e relazionale. Tali contatti devono essere curati in modo particolare al termine degli scrutini del primo periodo per assicurare alle famiglie un adeguato supporto didattico e professionale;
  12. coordinare le proposte di svolgimento di attività integrative, di corsi di recupero, sportello help o potenziamento, e di eventuali stage, scambi, viaggi di istruzione, soggiorni linguistici e mobilità internazionale degli studenti, avendo cura che siano rispettati tempi e modalità della loro progettazione e realizzazione, in accordo con le funzioni strumentali competenti;
  13. coordinare nelle classi quinte tutte le attività finalizzate alla preparazione degli studenti all’Esame di Stato e, su eventuale delega del consiglio, coordinare l’organizzazione dell’area di progetto (classi quarte e quinte);
  14. preparare nelle classi terze ipia le prove per gli esami di qualifica, curandone la raccolta e l’inserimento informatizzato dei giudizi e dei voti relativi

Inoltre, sempre in quanto coordinatore di classe, rientrano nel Suo incarico i seguenti delicati compiti:

  1. mantenere un contatto costante con i colleghi del consiglio di classe, favorendo un dialogo aperto e costruttivo tra allievi e docenti;
  2. rilevare, con l’aiuto dell’intero consiglio di classe, le eventuali situazioni di disagio personale e scolastico anche al fine di un adeguato e tempestivo riorientamento, che tenga conto del ruolo orientativo rivestito dal primo biennio della secondaria superiore riformata;
  3. assicurare agli studenti in difficoltà un ascolto didattico, finalizzato alla valorizzazione di ciascun allievo come persona, all’analisi condivisa della propria situazione scolastica ed all’individuazione di possibili azioni di recupero, se necessario con l’ausilio degli altri insegnanti della classe;
  4. valutare, insieme agli altri insegnanti, la necessità di ulteriori iniziative, quali colloqui con le famiglie o l’intervento di psicologi / esperti esterni a livello individuale oppure di classe

 

 

COORDINATORI_DI_INTERCLASSE.pdf

COORD._SC._PRIM_E_SEC._I_GRADO_A.S._2014-15.pdf